Marcatura CE dei prodotti da costruzione

Descrizione

Il D.P.R n. 246/1993, diventato Regolamento di attuazione, richiede che tutti i prodotti commercializzati in ambito CE abbiano obbligatoriamente la marcatura CE entro un periodo stabilito: il D.P.R, infatti, all’Art.11, chiarisce che i prodotti sprovvisti di marcatura dopo il termine fissato, devono essere immediatamente ritirati dal commercio e non possono essere incorporati o installati in edifici.

1395200_55770767

Come si ottiene

Il produttore deve predisporre e mantenere un “Sistema di Controllo di Produzione di Fabbrica (FPC)”, basato su una serie di prove di caratterizzazione (ITT – Initial Type Test). Tali prove sono richiamate nell’Appendice ZA delle norme armonizzate che definisce i requisiti minimi da determinare per dimostrare la conformità alla norma di riferimento. Per sistemi di attestazione (2, 2+ e 4) il produttore può scegliere se effettuare presso un laboratorio interno all’azienda le prove richieste o se demandare tutte o parte delle prove a strutture esterne.

Nell’etichetta da apporre sul prodotto, sull’imballaggio o sui documenti di trasporto, devono essere riportate le seguenti informazioni:

  • marcatura di conformità CE, consistente nel simbolo “CE”;
  • eventuale numero di identificazione dell’ Organismo Notificato (escluso il sistema 4);
  • nome o marchio identificativo e indirizzo del produttore;
  • ultime due cifre dell’anno in cui è stata applicata la marcatura sul prodotto;
  • eventuale numero del certificato CE (escluso il sistema 4);
  • numero della norma armonizzata;
  • descrizione del prodotto;
  • informazioni sul prodotto e sulle caratteristiche rilevanti.