Nuove regole europee per i tachigrafi digitali

Lo scorso 4 febbraio 2014 l’Unione Europea ha provveduto alla pubblicazione, in materia di autotrasporti, del nuovo Regolamento europeo n.165 destinato a sostituire il Regolamento CEE3821/1985.
In arrivo, quindi, nuove regole per i tachigrafi digitali. Infatti è questo l’effetto della pubblicazione del nuovo ordinamento, il quale entrerà in vigore tra due anni (2 marzo 2016), tranne alcuni articoli che saranno efficaci dal 2 marzo 2015:

Art, 24: l’autorizzazione degli Stati membri agli installatori, alle officine e ai costruttori dei veicoli;
Art. 34: l’utilizzo della carta del conducente e dei fogli di registrazione;
Art. 45: le modifiche al Regolamento 561/2006 sui tempi di guida e di riposo, rispetto alle quali i veicoli con determinate condizioni (massa  massima autorizzata non superiore a 7,5 tonnellate, utilizzati entro un raggio di 100 km dal luogo dove si trovi l’impresa e a condizione che la guida del veicolo non costituisce l’attività principale dell’impresa), sono esentati dai relativi adempimenti;

immagine: gueterverkehr-online.de

immagine: gueterverkehr-online.de

La novità più importante del Regolamento è l’introduzione di una nuova generazione di tachigrafi intelligenti, che dovrebbe rendere più difficile le frodi e le manomissioni dell’apparecchio e migliorare le operazioni di controllo. I nuovi apparecchi saranno in grado di:

• Registrare in automatico l’ubicazione del veicolo all’inizio del periodo lavorativo, ogni 3 ore di guida e al termine della giornata lavorativa;
• Comunicare in remoto, alle forze di Polizia, a loro volta dotate di specifiche apparecchiature, una serie di gravi anomalie di funzionamento per rendere più selettivo il controllo su strada.

Tempistica

Per l’entrata in vigore dei nuovi sistemi intelligenti è stata prevista una tempistica a parte, proprio per consentire a tutti i soggetti coinvolti di predisporre con calma gli interventi necessari. Più precisamente, il regolamento ha previsto 3 passaggi:

1. L’attuazione pratica delle disposizioni sui tachigrafi intelligenti e sul controllo da remoto, è stata demandata dall’art. 11 alla Commissione Ue che, a tal fine, dovrà adottare delle norme dettagliate attraverso atti di esecuzione;
2. I nuovi tachigrafi intelligenti diventeranno obbligatori sui veicoli immatricolati, per la prima volta, trascorsi 36 mesi da quando saranno in vigore gli atti di esecuzione della Commissione Ue (art. 8.1 del Regolamento 165/2014);
3. Gli Stati membri dovranno dotare le forze di Polizia delle apparecchiature per i controlli da remoto, al più tardi, trascorsi 15 anni dall’obbligatorietà dei nuovi tachigrafi.

 

ACS Registrars Italia